Guida pratica al sostegno pubblico per la co-produzione con l’Italia, la promozione e l’esportazione di opere cinematografiche ed audiovisive.

tipologia1

Le opportunità per gli operatori italiani.

tipologia2

Le opportunità per gli operatori esteri.

Le opportunità per tutti gli operatori.

DOMANDE E RISPOSTE

  • Il primo passo per avviare una coproduzione con l’Italia è quello di verificare se la vostra coproduzione rientra tra gli Accordi di coproduzione stipulati tra l’Italia e numerosi paesi o nella convenzione del Consiglio d’Europa sulle coproduzioni.
    APPROFONDISCI QUI 

 

  • Il passaggio successivo è quello di avviare la procedura di riconoscimento della coproduzione presso la DGCA, da parte del coproduttore italiano. Questa procedura è parte integrante del processo per il riconoscimento della nazionalità italiana.

 

  • Anche in assenza di accordi stipulati tra paesi, è comunque possibile ottenere il riconoscimento della nazionalità italiana con la procedura chiamata “compartecipazione internazionale”, se la quota italiana di partecipazione è di almeno il 20%.
    APPROFONDISCI QUI 
    PER CHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI 
  • Un film, la cui coproduzione venga riconosciuta, può ottenere la nazionalità italiana ed è quindi eleggibile per i sostegni economici previsti dalla normativa cinematografica italiana (legge 220/2016). Per alcuni contributi sono previste premialità di punteggio per le opere che vengono realizzate in regime di coproduzione.

 

  • Le opere in coproduzione possono partecipare a diversi programmi sovranazionali a cui l’Italia partecipa e a bandi nazionali rivolti esclusivamente ad esse, ovvero:

    1. Eurimages – coproduzioni tra paesi membri (cinema)
    2. Ibermedia – co-sviluppo e coproduzioni tra paesi membri (cinema e audiovisivo)
    3. Media – cinema e audiovisivo tra paesi membri
    4. Fondi di co-sviluppo bilaterali (cinema)
    5. Fondi di co-sviluppo e co-produzione bilaterali (Italia-Francia) – cinema e audiovisivo.

 

APPROFONDISCI QUI 
PER CHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI 

  •  

Le tipologie di sostegno per il produttore italiano di opere eleggibili si dividono in:

 

Contributi selettivi.

  • Contributi a fondo perduto per sviluppo e pre-produzione e per la produzione di opere cinematografiche, opere tv e opere web. La selezione dei progetti è effettuata da esperti sulla base di una valutazione qualitativa.
    APPROFONDISCI QUI 
    PER CHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI 

 

Contributi automatici.

  • Contributi da reinvestire per lo sviluppo, la produzione, la distribuzione nazionale e internazionale, per la diffusione home entertainment di opere cinematografiche, opere tv e opere web. Il sostegno si ottiene sulla base di parametri oggettivi che misurino i risultati artistici, economici, culturali ottenuti dalle imprese negli anni precedenti grazie alle opere prodotte o distribuite. Il valore dei risultati è assegnato automaticamente con un sistema a punti. Il contributo deve essere reinvestito in nuove opere entro 5 anni dall’ottenimento.
    APPROFONDISCI QUI 
    PER CHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI 

 

Tax Credit o Credito d’imposta.

  • compensazione dei debiti fiscali delle imprese, calcolata automaticamente sulla base dei costi sostenuti per lo sviluppo, la produzione, la distribuzione nazionale e internazionale di opere cinematografiche, opere tv e opere web.

 

  • L’aliquota per la produzione di film è il 40% del costo eleggibile mentre per le altre opere audiovisive varia dal 30% al 40%.
    APPROFONDISCI QUI 

Contributi selettivi opere cinematografiche in regime di coproduzione o di compartecipazione internazionale minoritaria (Bando MiC)
Contributi a opere cinematografiche di lungometraggio, realizzate in coproduzione o
compartecipazione internazionale, in cui la partecipazione dell’impresa italiana sia minoritaria rispetto alla quota di proprietà in capo al produttore estero. Le risorse finanziarie disponibili sono ripartite in due sessioni di 2.500.000 Euro ciascuna. L’assegnazione massima per progetto è di 300.000 Euro.

APPROFONDISCI QUI 
PER CHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI 

Per accedere ai contributi per la fase di produzione, il coproduttore italiano deve aver avviato la procedura di riconoscimento della nazionalità italiana almeno un giorno prima dell’inizio delle riprese.

Dal 2019 esiste un bando dedicato alle coproduzioni minoritarie dotato di un budget di 5 milioni di Euro e strutturato in due call annuali. Il contributo massimo è calcolato sul 60% dei costi eleggibili (massimo 300.000 Euro a progetto) da spendere per l’80% in Italia. In questo caso, per accedere al bando, è necessario aver già ottenuto il riconoscimento della nazionalità italiana.

APPROFONDISCI QUI 
PER CHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI 

 

Nei decreti attuativi della legge cinema e audiovisivo 220/2016 sono introdotti, per la prima volta in Italia, degli incentivi specifici per la realizzazione di opere in coproduzione internazionale. In alcuni schemi di sostegno, le opere in coproduzione godono di premialità:

  • nei contributi Selettivi per la produzione di film, opere di animazione e documentari Le opere in coproduzione, compartecipazione o produzione internazionali ottengono punteggi aggiuntivi oltre ai punteggi assegnati dalla commissione di esperti,

 

  • nei contributi Automatici le opere in coproduzione, compartecipazione o produzione internazionali generano ulteriori punteggi,

 

  • nel credito d’imposta:
  1. In caso di opere in coproduzione il costo eleggibile è parametrato alla quota di partecipazione dell’impresa italiana. È necessario spendere in Italia solo l’ammontare equivalente al credito. Nel caso in cui l’impresa italiana, in qualità di produttore esecutivo, sostenga sul territorio italiano spese eccedenti la propria quota, tali spese sono incluse nel costo eleggibile.

  2. Nel caso di opere televisive o web in coproduzione internazionale si applica sempre l’aliquota massima prevista per il tax credit audiovisivo.
    1.  
    •  

Per accedere ai contributi per la fase di sviluppo non deve essere stata avviata la procedura di riconoscimento della nazionalità italiana


Ci sono diverse linee di sostegno attive:

  • Bandi di co-sviluppo (solo per opere cinematografiche)

    i.
    Italia-Francia
    ii.Italia-Portogallo
    iii.Italia-Tunisia
    iv.Italia-Paesi Baltici
    APPROFONDISCI QUI 

 

  • Tax credit sviluppo (per opere cinematografiche e audiovisive)

 

  • 30% calcolato sulle spese di sviluppo (limite massimo per impresa 300.000 Euro).
    APPROFONDISCI QUI 

 

  • Contributi selettivi allo sviluppo e preproduzione (cinema, tv, web)

 

  • Contributo a fondo perduto per un massimo di 100.000 Euro.
    APPROFONDISCI QUI 

 

Nella valutazione degli esperti si tiene conto dell’obiettivo di favorire la realizzazione di opere in coproduzione.

  •  

Fondi di internazionalizzazione – Fondo produttori cinematografici mercati di coproduzione e training (cinema)

Contributo a favore dei produttori cinematografici indipendenti italiani per la partecipazione ai principali mercati di coproduzione e work in progress con progetti italiani o maggioritari italiani selezionati o per la frequenza a corsi, workshop e laboratori di formazione e training per lo sviluppo di opere cinematografiche.

 

Sostegni per partecipare a:

Mercati di coproduzione e work-in-progress:

max 1.500 Euro.per Market europeo;
max 2.500 Euro per Market non europeo;
copertura dell’80% delle spese sostenute;
cumulabili contributi per eventi diversi fino a 5000 Euro a progetto.

APPROFONDISCI QUI 
PER CHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI 

Le opere estere che non hanno la nazionalità italiana posso accedere al tax credit per le opere estere (cinema, tv, web).


L’aliquota è il 40% sulle spese sostenute in territorio italiano. Il credito è richiesto dal produttore esecutivo italiano che lo trasferisce poi al committente estero come riduzione delle spese sostenute.

Film Distribution Fund – Fondo finalizzato al co-finanziamento delle spese di P&A, sostenute da distributori esteri indipendenti, per l’uscita cinematografica di film italiani recenti nel territorio estero di distribuzione. L’assegnazione massima è 30.000 Euro a titolo/Paese. Sono previste tre sessioni all’anno da 400.000 Euro ciascuna. Il contributo è liquidato direttamente al distributore estero assegnatario. Dal 2020 il fondo è attivo su tutto il mondo e precede anche il sostegno all’uscita Vod del film, in caso di momentanea impossibilità di effettuare l’uscita theatrical causa Covid.

APPROFONDISCI QUI 

  • Fondo esportatori internazionali.

     

  • Destinato a società di vendite estere italiane a capitale privato.

     

  • Fondo esportatori internazionali – Sostegno economico a favore delle società italiane di vendita di diritti internazionali per la promozione di film italiani recenti, alla prima proiezione di mercato, presso i principali mercati internazionali quali EFM Berlino, Marché du Film Cannes , VPB Venezia, TIFF Toronto, MIA Market Roma e AFM Los Angeles. Il fondo copre fino all’80% delle spese sostenute e fino a 4 nuovi titoli, con un massimo di 30.000 Euro mercato/azienda.

     

  • Tax credit distribuzione internazionale (cinema, tv, web) aliquota al 30% sulle spese di promozione e distribuzione all’estero.
  • Contributi automatici distribuzione internazionale (cinema, tv, web)

 

Contribuito generato da risultati di precedenti distribuzioni internazionali da reinvestire su nuove attività di distribuzione internazionale.

Fondo produttori cinematografici promozione internazionale festival.
Fondo destinato ai produttori cinematografici indipendenti italiani per la partecipazione, con film lungometraggi selezionati, ai principali festival internazionali quali Festival di Cannes, Festival di Berlino, Festival di Venezia, Toronto International Film Festival, Sundance Film Festival, Festival di Locarno, San Sebastian International Film Festival, Rotterdam International Film Festival, IDFA e per la partecipazione ai festival successivi alla prima internazionale. Il contributo assicura la copertura delle spese sostenute nella misura dell’80% dei costi eleggibili, con massimali diversificati sui diversi eventi, ed è destinato alle opere di produzione italiana a prioritario sfruttamento cinematografico.

APPROFONDISCI QUI 
PER CHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI 

Fondo produttori opere audiovisive promozione internazionale per partecipazione a festival, mercati ed eventi di coproduzione.

Fondo destinato ai produttori indipendenti italiani di opere audiovisive di produzione italiana e maggioritaria italiana per la partecipazione a Festival con film lungometraggi selezionati e per la partecipazione a mercati ed eventi di coproduzione con progetti selezionati. Il contributo assicura la copertura delle spese sostenute nella misura dell’80% dei costi eleggibili, con massimali diversificati sui diversi eventi.

APPROFONDISCI QUI 
PER CHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI 

Fondi ICE Agenzia – Italian Trade Agency.

Ice Agenzia sostiene la presenza delle imprese italiane nei principali mercati audiovisivi internazionali con l’allestimento di stand e spazi di incontro, favorendo eventi di networking in accordo con le associazioni del settore proponenti.

PER CHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI 

Missioni di sistema.

Per i produttori italiani che partecipino a missioni di sistema, viaggi istituzionali o attività esplorative in mercati esteri è previsto un gettone di partecipazione forfettario, deciso di volta in volta con l’Ente proponente, a sostegno delle spese di viaggio.

PER CHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI 

ARGOMENTI PRINCIPALI

PAVILION

1 SETT 2021

12:00

INCONTRO

Incontro: “Pietro il Grande”

Incontro di presentazione del cortometraggio diretto da Antonello Sarno, Proiezione Speciale alla Mostra del Cinema, dedicato al grande fotoreporter Pietro Coccia.

Approfondisci

PAVILION

1 SETT 2021

15:00

PRESENTAZIONE

Reimagine: come il cinema racconta la scienza

Il mondo del Cinema permette da sempre di dialogare con la società. È perciò un importante strumento per consentire alle persone di raggiungere una maggiore consapevolezza sulle priorità del propri...

Approfondisci
Torna su